Misuratore di pressione: tante utili info a portata di click

misuratore di pressioneNell’immaginario collettivo il controllo della pressione arteriosa è una cosa per anziani o malati, in realtà tutti dovremmo tenere monitorato questo parametro vitale, in modo da prevenire eventuali problematiche di salute. Ed è proprio per questo che è necessario un buon misuratore di pressione.
Tale strumento, anche conosciuto come sfigmomanometro, serve proprio a misurare la pressione del proprio corpo.

Per misurare la pressione solitamente ci si reca o in farmacia o dal proprio medico curante. Ma sarebbe decisamente più comodo e utile disporre di uno sfigmomanometro sempre a portata di mano, in modo da misurarla da soli e avvertire il medico solo in caso di problematiche riscontrate dall’apparecchio. 
In commercio esistono vari sfigmomanometri e in questa pagina scopriremo proprio le tipologie e ti aiuteremo a valutare le caratteristiche da prendere in considerazione prima dell’acquisto.

Migliori misuratori di pressione e offerte

Interessato a conoscere fin da subito quali sono i modelli migliori?
Allora ti invitiamo a cliccare sul link “migliori misuratori di pressione” così da valutare i modelli che abbiamo scelto.
Se però sei ancora indeciso e vuoi saperne di più prima di scegliere, continua a leggere questo articolo così potrai sciogliere tutti i tuoi dubbi.

Nel caso fossi interessato subito a degli sconti, così da risparmiare sull’acquisto di alcuni misuratori di pressione, allora consigliamo di approfittare delle seguenti offerte.

 
Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2019 20:20

Quali sono i parametri da prendere in considerazione?

Magari ti sei posto questa domanda spesso, prima di comprare un prodotto. E forse, te la stai ponendo proprio adesso anche per quanto riguarda il misuratore di pressione. A tale quesito risponderemo noi.
Rispondere a questa domanda: “Quali sono i parametri da prendere in considerazione?” è essenziale per fare la scelta giusta. Quindi non ci resta che scoprire come scegliere un misuratore di pressione.

Misuratore di pressione da polso

Per poter misurare la pressione è possibile posizionare lo sfigmomanometro o sul polso o sul braccio.
Qual’è la differenza tra un misuratore di pressione da polso e uno da braccio?
Ti spiegheremo questa differenza andando a parlare intanto del misuratore di pressione da polso. Diciamo subito che per quanto riguarda l’affidabilità non c’è differenza perché entrambi sono ottimi misuratori di pressione.
Quindi, da questo punto di vista, non c’è davvero alcuna diversificazione. L’unica differenza deriva dal posizionamento (come si può già intuire) e dalla diversa necessità.
Quando è più utile  lo sfigmomanometro da polso?
Il misuratore di pressione da polso è meno ingombrante ed è più pratico da usare (d’inverno basta tirare su la manica per misurare la pressione). Il nostro consiglio è quello di preferire lo sfigmomanometro da polso a quello da braccio se utilizzi spesso questo strumento. A maggior ragione se lo devi usare anche fuori casa.

Misuratore di pressione da braccio

Abbiamo visto prima come il misuratore di pressione da polso sia ideale per un uso più frequente. E allora la domanda sorge spontanea:
Quando è ideale utilizzare lo sfigmomanometro da braccio?
Quando si effettua una misurazione di pressione bisogna, ovviamente, stare fermi per avere un risultato veritiero. Con il misuratore da polso si è più inclini al movimento, infatti, per avere un valore veritiero bisogna posizionarlo vicino al cuore. E da questo punto di vista potremmo definire il misuratore di pressione da braccio più stabile, visto che in tal caso il braccio puoi poggiarlo su un tavolo.

Quindi, come detto, dal punto di vista qualitativo, uno vale l’altro. La scelta dipende, più che altro, dal tipo di utilizzo. Se hai bisogno di un uso più frequente e quindi anche più pratico, potresti scegliere lo sfigmomanometro da polso. Se invece non devi utilizzarlo spesso e preferisci uno strumento meno incline ai messaggi di errore provocati dai movimenti del polso, allora, dovresti optare per lo sfigmomanometro da braccio.

Sfigmomanometro professionale

Il misuratore di pressione professionale non ha bisogno di molte presentazioni perché parliamo dello strumento utilizzato dai dottori. Di conseguenza, uno strumento più sofisticato e meno pratico da utilizzare. Se tu sei solo un “paziente” prendi in considerazione solo gli strumenti di pressione ben più pratici da utilizzare, ovvero quelli digitali. (di cui parleremo meglio più avanti).

Misuratore di pressione automatico o manuale?

Assolutamente sì, se sie alla ricerca di un sfigmomanometro da utilizzare con irrisoria facilità. Questa caratteristica è presente solo nei modelli digitali. In pratica tu dovrai solo premere un pulsante e al resto pensa lo strumento che gonfierà da solo il bracciale.
Invece, con lo sfigmomanometro manuale o semi-automatico, dovrai essere tu a gonfiare il bracciale.

Connettività: usb e bluetooth

Cosa intendiamo con connettività?
La possibilità di trasferire i dati memorizzati sullo sfigmomanometro direttamente sul pc o sullo smartphone. Nel primo caso ci sarà bisogno di un modello con interfaccia usb. Nel secondo caso necessiti di un misuratore di pressione con bluetooth.
Ovviamente solo i modelli digitali possiedono tali funzioni.

Sfigmomanometro: le migliori marche

Perché è importante prendere seriamente in considerazione il marchio?
Il misuratore di pressione è uno strumento davvero di vitale importanza e quindi è necessario che sia preciso e non dia risultati sballati. Con la salute non si scherza. E quindi non affidarti a marchi sconosciuti, affidati solo ed esclusivamente a brand riconosciuti e affidabili al 100%.
Non soffermarti solo sul prezzo di un prodotto, ma anche sulla qualità e soprattutto sul marchio. Un prodotto a buon prezzo di un brand serio e professionale sarebbe da prendere al volo, piuttosto che preferire un prodotto ancora più economico ma di un’azienda di cui non si sa nulla.
Per aiutarti nella scelta abbiamo selezionato le migliori marche per quanto riguarda i misuratori di pressione. Ti basterà cliccare sul brand preferito per visualizzare le caratteristiche e i migliori modelli dell’apposito brand.

Sfigmomanometro aneroide

Adesso è il momento di andare a parlare delle diverse tipologie che si dividono sostanzialmente in due categorie: sfigmomanometro aneroide e sfigmomanometro digitale. Del secondo ne parleremo successivamente, adesso concentriamoci solo sul primo.
Lo sfigmomanometro aneroide è il misuratore di tipo manuale, quello che avrai visto anche al tuo medico curante. Quindi, si dovrà utilizzare una pompetta per gonfiare il manicotto attorno al tuo braccio e leggere la misurazione sul manometro a quadrante. Questo è uno strumento che si può utilizzare solo se si è competenti in questo settore, se no meglio lasciare perdere e prendere in considerazione il modello digitale.

Sfigmomanometro digitale

L’utilizzo di questi apparecchi è molto simile alla tecnica utilizzata dai dottori, alla quale tutti sono stati soggetti. Ci si deve legare una fascia a bracciale attorno al braccio, premere un pulsante e il misuratore inizierà a gonfiarsi. Questo attrezzo riuscirà a rilevare la pressione grazie alle arterie che, contraendosi, rimandano delle oscillazioni catturate dallo sfigmomanometro.

Le informazioni prese dall’attrezzo saranno poi convertite in numeri facili da comprendere e mostrati sul display a cristalli liquidi, del quale i misuratori di pressione digitali sono dotati.
Acquistare uno sfigmomanometro digitale potrebbe essere molto utile, soprattutto a chi ha l’esigenza di conoscere l’evoluzione della propria pressione nel tempo. Con uno strumento come questo sarà possibile misurare, dunque, la pressione e archiviare i valori in uno storico dati che potrà essere mostrato al proprio medico.

Avere uno storico delle misurazioni di pressione è di certo utile. Se, ad esempio, si soffre di pressione troppo alta e si è cominciata una dieta povera di sodio o magari si stanno prendendo determinati farmaci, l’archivio delle misurazioni mostrerà eventuali variazioni prima e dopo l’inizio di questi interventi di cura.

Sfigmomanometro: prezzi solitamente bassi

I tanti che avranno dato un’occhiata ai prezzi dei misuratori di pressione avranno notato subito che esistono molte differenze di costo tra i vari modelli in circolazione. Questo fattore dipende principalmente dalla tipologia (se modello manuale o digitale) e, ovviamente, anche dai materiali con i quali viene realizzato l’attrezzo (ciò riguarda specialmente gli strumenti aneroidi).

I prezzi dei misura pressione digitali sono solitamente bassi, a meno che non si opti per esemplari più evoluti che, ad esempio, sappiano collegarsi con smartphone o pc o entrambi. Mentre, per ciò che concerne gli sfigmomanometri aneroidi, i prezzi sono bassi solo se si tratta di prodotti per uso domestico. Quelli ad uso ospedaliero sono più costosi.

Sfigmomanometro come funziona?

Come prima cosa è necessario sapere come funziona il misuratore di pressione, in modo da essere indipendenti una volta acquistato l’oggetto. Tutti sono andati almeno una volta dal medico, il quale solitamente misura la pressione avvolgendo il braccio sinistro con un manicotto. Tale accessorio, venendo gonfiato con una pompetta, riesce a rilevare e mostrare la reale pressione del corpo umano in quel momento.
Il medico, inoltre, inserisce sotto il misuratore il proprio stetoscopio e osserva il manometro (ovvero la parte dello sfigmomanometro che mostra i valori della pressione). Tuttavia, non tutti quelli che non hanno studiato medicina riuscirebbero a compiere quest’azione.

Per fortuna, in commercio sono comparsi nuovi modelli di misuratori di pressione che permettono di misurare la pressione senza che sia presente un medico, ma come vedremo, utilizzano la tecnica oscillometrica per misurare i battiti cardiaci e la pressione in pochi secondi.
Il funzionamento l’abbiamo spiegato, ora prima di proseguire vediamo gli accorgimenti da prendere durante l’utilizzo. Dato che se si vuole acquistare lo sfigmomanometro è probabile che lo si vorrà utilizzare da soli, bisogna prestare attenzione a come si usa il misuratore per evitare di non ottenere un dato veritiero.

Il manicotto deve essere indossato nella maniera giusta attorno al braccio o, come vedremo in seguito, anche al polso. Durante la rilevazione è necessario rimanere il più rilassati e tranquilli possibili. Non bisogna muoversi o parlare in quel frangente di secondo, in modo da non interferire nel processo di rilevazione delle oscillazioni emanate dalle vene. Il processo durerà solo pochi secondi e dunque non sarà poi così tanto faticoso non muoversi per quel lasso di tempo.
Dopo aver visto queste iniziali ed essenziali premesse, più avanti entreremo più nel “vivo” dell’argomento, indicando le diverse tipologie di misuratori di pressione e tanto altro ancora.

Rilevatore di pressione: consigli

Un ultimo cenno, prima di lasciarti alla scelta dello sfigmomanometro più adatto alle tue esigenze, riguarda la manutenzione necessaria per tenere in buono stato questo oggetto.
Essendo dotato di elementi interni volti alla misurazione è indispensabile non esporre lo sfigmomanometro a sbalzi di temperatura troppo elevati, oltre a non lasciare l’oggetto vicino a fonti di calore o di freddo intenso. Inoltre, è bene non lasciare l’apparecchio in balia dei raggi del sole o della polvere ed è bene evitare qualsiasi tipologia di impatto che possa alterare la capacità di misurazione dello sfigmomanometro.

È bene pulire il misuratore di pressione con un panno morbido e che non sia bagnato, in quanto si tratta di un oggetto non impermeabile e che potrebbe danneggiarsi a contatto con acqua o altri liquidi, specie se corrosivi. Per lo stesso motivo è necessario non mettere in contatto il misuratore di pressione con diluenti, solventi o materiale infiammabile che potrebbero rovinare anche per sempre il misuratore di pressione.

Nel caso non dovessi utilizzarlo per tanto tempo, è consigliato conservarlo senza le batterie, visto che potrebbero perdere col tempo materiale corrosivo. Inoltre, è bene custodire lo sfigmomanometro senza avvolgere il manicotto con ulteriori materiali.
Infine, è vivamente consigliato far controllare l’apparecchio ogni 2 anni, in modo da verificare se ha conservato tutte le proprie caratteristiche iniziali.
A questo punto abbiamo detto proprio tutto e non ti resta che scegliere il misuratore di pressione più attinente alle tue esigenze.